[47767] Sundance Film Festival Unveils 2014 Premieres Lineup

Anton Corbijn's "A Most Wanted Man" is among a particularly strong group of narrative and documentary features debuting at this year's fest.Anton Corbijn's A Most Wanted Man is among a particularly strong group of narrative and documentary features premiering at the 2014 Sundance film Festival. Celebrating its 30th anniversary, the festival on Monday unveiled this year's lineup of premieres, which also will include the Michael Fassbender starrer Frank, Lynn Shelton's coming-of-age comedy Laggies featuring Keira Knightley in the role that Anne Hathaway famously abandoned and David Wain's send-up of the roMantic comedy genre They Came Together, starring Amy Poehler and Paul Rudd. PHOTOS: Sundance's Greatest Hits: The Movies That Broke Through A Most Wanted Man has been generating heat thanks to the source material (John le Carre's best-selling thriller) and a cast that includes Philip Seymour HoffMan, Rachel McAdams, Robin Wright and Willem Dafoe. Documentaries include Alex Gibney's Finding Fela, about the late Afrobeat pioneer and huMan rights activist Fela Anikulapo Kuti, and a look at the Penn State college football program's pedophilia scandal, Happy Valley, as well as films about Mitt Romney and James "Whitey" Bulger. STORY: Sundance film Festival Unveils 2014 Competition Lineup "The Premieres and Documentary Premieres sections of the 2014 Sundance film Festival feature new work from Many established independent filmmakers who began their careers at our festival years ago, which allows us to reflect on the impact, legacy and growth of the independent film movement over the past 30 years," Sundance film Festival director John Cooper said. Added director of programming Trevor Groth: "In Many of the films selected for our 2014 Sundance film Festival, we see fascinating characters and subjects throughout. Whether portrayed by recognized actors taking on more challenging and diverse roles or in the stranger-than-fiction reality of our documentaries, we look forward to sharing these incredible stories with audiences at our festival." The festival runs from Jan. 16-26 in Park City, Salt Lake City, Ogden and Sundance, Utah. Sundance already announced films in the U.S. and World Competition, NEXT, Spotlight, Park City at Midnight, New Frontier and Sundance Kids sections. On Tuesday, the festival will unveil its Shorts lineup. PREMIERES Calvary / Ireland, United Kingdom (Director and screenwriter: John Michael McDonagh)—Calvary is a blackly comedic drama about a priest tormented by his community. Father James is a good Man intent on making the world a better place. When his life is threatened one day during confession, he finds he has to battle the dark forces closing in around him. Cast: Brendan Gleeson, Chris O'Dowd, Kelly Reilly, Aidan Gillen, Dylan Moran, Marie-Josée Croz. Frank / Ireland, United Kingdom (Director: Lenny Abrahamson, Screenwriters: Jon Ronson, Peter Straughan) — Frank is an offbeat comedy about a wannabe musician who finds himself out of his depth when he joins an avant garde rock band led by the enigmatic Frank—a musical genius who hides himself inside a large fake head. Cast: Michael Fassbender, Domhnall Gleeson, Maggie Gyllenhaal, Scoot McNairy. Hits / U.S.A. (Director and screenwriter: David Cross) — A small town in upstate New York is populated by people who wallow in unrealistic expectations. There, fame, delusion, earnestness, and recklessness meet, shake hands, and disrupt the lives around them. Cast: Meredith Hagner, Matt Walsh, James Adomian, Jake Cherry Derek Waters, Wyatt Cenac. I Origins / U.S.A. (Director and screenwriter: Mike Cahill)—A molecular biologist and his lab partner uncover startling evidence that could fundamentally change society as we know it and cause them to question their once-certain beliefs in science and spirituality. Cast: Michael Pitt, Brit Marling, Astrid Bergès-Frisbey, Steven Yeun, Archie Panjabi. Laggies / U.S.A. (Director: Lynn Shelton, Screenwriter: Andrea Seigel)—Laggies is a coming of age story about a 28-year-old woMan stuck in perManent adolescence. Unable to find her career calling, still hanging out with the same friends, and living with her high school boyfriend, Megan must finally navigate her own future when an unexpected marriage proposal sends her into a panic. Cast: Keira Knightley, Sam Rockwell, Chloë Grace Moretz, Ellie Kemper, Jeff Garlin, Mark Webber. Little Accidents / U.S.A. (Director and screenwriter: Sara Colangelo) —In a small American coal town living in the shadow of a recent mining accident, the disappearance of a teenage boy draws three people together—a surviving miner, the lonely wife of a mine executive, and a local boy—in a web of secrets. Cast: Elizabeth Banks, Boyd Holbrook, Chloë Sevigny, Jacob Lofland, Josh Lucas. Love Is Strange / U.S.A. (Director: Ira Sachs, Screenwriters: Ira Sachs, Mauricio Zacharias)—After 39 years together, Ben and George finally tie the knot, but George loses his job as a result, and the newlyweds must sell their New York apartment and live apart, relying on friends and family to make ends meet. Cast: John Lithgow, Alfred Molina, Marisa Tomei, Darren Burrows, Charlie Tahan, Cheyenne Jackson. A Most Wanted Man / GerMany, U.S.A. (Director: Anton Corbijn, Screenwriter: Andrew Bovell) — Based on John le Carré's bestselling book, Anton Corbijn directs this modern-day thriller with Academy Award–winning actor Philip Seymour HoffMan, Rachel McAdams, Robin Wright, and two-time Academy Award nominee Willem Dafoe headlining an ensemble cast. Cast: Philip Seymour HoffMan, Rachel McAdams, Willem Dafoe, Robin Wright. Nick OfferMan: American Ham / U.S.A. (Director: Jordan Vogt-Roberts, Screenwriter: Nick OfferMan) —WARNING: MINOR NUDITY AND NOT SUITABLE FOR VEGETARIANS. This live taping of Nick OfferMan's hilarious one-Man show at New York's historic Town Hall theater features a collection of anecdotes, songs, and woodworking/oral sex techniques. The routine includes OfferMan's 10 tips for living a more prosperous life, so hearken well. Cast: Nick OfferMan. The One I Love / U.S.A. (Director: Charlie McDowell, Screenwriter: Justin Lader) — Struggling with a marriage on the brink of falling apart, a couple escapes for the weekend in pursuit of their better selves, only to discover an unusual dilemma waiting for them. Cast: Mark Duplass, Elisabeth Moss, Ted Danson. The Raid 2 / Indonesia (Director and screenwriter: Gareth Evans) — Picking up where the first film left off, The Raid 2 follows Rama as he goes undercover and infiltrates the ranks of a ruthless Jakarta crime syndicate in order to protect his family and expose the corruption in his own police force. Cast: Iko Uwais, Yayan Ruhian, Arifin Putra, Oka Antara, Tio Pakusadewo, Alex Abbad. Rudderless / U.S.A. (Director: William H. Macy, Screenwriters: Casey Twenter, Jeff Robison, William H. Macy) — When a grieving father in a downward spiral stumbles upon a box of his deceased son's original music, he forms a rock 'n' roll band, which changes his life. Cast: Billy Crudup, Anton Yelchin, Felicity HuffMan, Selena Gomez, Laurence Fishburne, William H. Macy. CLOSING NIGHT film They Came Together / U.S.A. (Director: David Wain, Screenwriters: Michael Showalter, David Wain)—This subversion/spoof/deconstruction of the roMantic comedy genre has a vaguely, but not overtly, Jewish leading Man, a klutzy, but adorable, leading lady, and New York City itself as another character in the story. Cast: Amy Poehler, Paul Rudd, Ed Helms, Cobie Smulders, Max Greenfield, Christopher Meloni. The Trip to Italy / United Kingdom (Director: Michael Winterbottom, Screenwriters: Rob Brydon, Steve Coogan, Michael Winterbottom)—Michael Winterbottom reunites Steve Coogan and Rob Brydon for more delectable food, some sharp-elbowed rivalry, and plenty of laughs. Cast: Steve Coogan, Rob Brydon. The Voices / U.S.A., GerMany (Director: Marjane Satrapi, Screenwriter: Michael Perry) —This genre-bending tale centers around Jerry Hickfang, a lovable but disturbed factory worker who yearns for attention from a woMan in accounting. When their relationship takes a sudden, murderous turn, Jerry's evil talking cat and benevolent talking dog lead him down a fantastical path where he ultimately finds salvation. Cast: Ryan Reynolds, Gemma Arterton, Anna Kendrick, Jacki Weaver. White Bird in a Blizzard / U.S.A. (Director and screenwriter: Gregg Araki)—Based on the acclaimed novel by Laura Kasischke, White Bird in a Blizzard tells the story of Kat Connors, a young woMan whose life is turned upside down by the sudden disappearance of her beautiful, enigmatic mother. Cast: Shailene Woodley, Eva Green, Christopher Meloni, Shiloh Fernandez, Gabourey Sidibe, Thomas Jane. Young Ones / U.S.A. (Director and screenwriter: Jake Paltrow)—When a series of events is set into motion, altering his young life forever, Jerome is forced to make choices that no child should ever have to make. Cast: Michael Shannon, Nicholas Hoult, Elle Fanning, Kodi Smit-McPhee. DOCUMENTARY PREMIERES The Battered Bastards of Baseball / U.S.A. (Directors: ChapMan Way, Maclain Way)— Hollywood veteran Bing Russell creates the only independent baseball team in the country—alarming the baseball establishment and sparking the meteoric rise of the 1970s Portland Mavericks. Finding Fela / U.S.A. (Director: Alex Gibney)— Fela Anikulapo Kuti created the musical movement Afrobeat and used it as a political forum to oppose the Nigerian dictatorship and advocate for the rights of oppressed people. This is the story of his life, music, and political importance. Freedom Summer / U.S.A. (Director: Stanley Nelson) — In the summer of 1964, more than 700 students descended on violent, segregated Mississippi. Defying authorities, they registered voters, created freedom schools, and established the Mississippi Freedom Democratic Party. Fifty years later, eyewitness accounts and never-before-seen archival material tell their story. Not all of them would make it through. Happy Valley / U.S.A. (Director: Amir Bar-Lev)— The children of "Happy Valley" were victimized for years, by a key member of the legendary Penn State college football program. But were Jerry Sandusky's crimes an open secret? With rare access, director Amir Bar-Lev delves beneath the headlines to tell a modern American parable of guilt, redemption, and identity. Last Days in Vietnam / U.S.A. (Director: Rory Kennedy) — During the chaotic final weeks of the Vietnam War, the North Vietnamese Army closes in on Saigon as the panicked South Vietnamese people desperately attempt to escape. On the ground, American soldiers and diplomats confront a moral quandary: whether to obey White House orders to evacuate only U.S. citizens. Life Itself / U.S.A. (Director: Steve James) — Life Itself recounts the surprising and entertaining life of renowned film critic and social commentator Roger Ebert. The film details his early days as a freewheeling bachelor and Pulitzer Prize winner, his famously contentious partnership with Gene Siskel, his life-altering marriage, and his brave and transcendent battle with cancer. Mitt / U.S.A. (Director: Greg Whiteley) — A filmmaker is granted unprecedented access to a political candidate and his family as he runs for President. This May Be the Last Time / U.S.A. (Director: Sterlin Harjo)— filmmaker Sterlin Harjo's Grandfather disappeared mysteriously in 1962. The community searching for him sang songs of encouragement that were passed down for generations. Harjo explores the origins of these songs as well as the violent history of his people. To Be Takei / U.S.A. (Director: Jennifer Kroot)—Over seven decades, actor and activist George Takei journeyed from a World War II internment camp to the helm of the Starship Enterprise, and then to the daily news feeds of five million Facebook fans. Join George and his husband, Brad, on a wacky and profound trek for life, liberty, and love. We Are the Giant / U.S.A., United Kingdom (Director: Greg Barker) — We Are The Giant tells the stories of ordinary individuals who are transformed by the moral and personal challenges they encounter when standing up for what they believe is right. Powerful and tragic, yet inspirational, their struggles for freedom echo across history and offer hope against seemingly impossible odds. WHITEY: United States of America v. James J. Bulger / U.S.A. (Director: Joe Berlinger) — Infamous gangster James "Whitey" Bulger's relationship with the FBI and Department of Justice allowed him to reign over a criminal empire in Boston for decades. Joe Berlinger's documentary chronicles Bulger's recent sensational trial, using it as a springboard to explore allegations of corruption within the highest levels of law enforcement. Email: Tatiana.Siegel@THR.com
Twitter: @TatianaSiegel27
    


Fonte » www.hollywoodreporter.com - 10/12/2013 00:09


Risultati simili che abbiamo trovato nel nostro database

Keywords usate per la ricerca: sundance [X], festival [X], unveils [X], premieres [X], lineup [X],

Clicca sulla X accanto alla parola per escluderla dalla ricerca.

[133314] FESTIVAL DI ROMA 9 - I make movies, il cinema sostiene i talenti

[133314] FESTIVAL DI ROMA 9 - I make movies, il cinema sostiene i talenti | Film UpdateIn collaborazione con il Festival Internazionale del Cinema di Roma, ANICA e MPAA portano sul palco le storie, la creatività e le professionalità del nostro settore che ogni giorno ci regalano sogni ed emozioni tramite il loro impegno e lavoro. Nell'era dei contenuti digitali, l'amore e la passione per il cinema e la fiction sono messi a dura prova e il settore sente il morso della crisi e soprattutto della pirateria audiovisiva. Nasce, dunque, il desiderio di Mostrare chi c’è realmente dietro la creazione del Cinema, per Mostrare così i volti delle persone che lavorano in questo settore. E’ questo il motivo per cui nel 2013, ANICA, MPA, UNIVIDEO in collaborazione con FAPAV e YouTube, hanno lanciato la campagna “Il Protagonista”, al fine di coinvolgere sempre più giovani verso la creatività e la trasposizione delle idee in un progetto anche imprenditoriale. Per parlare ancora di creatività, di difesa dei contenuti, del sostegno ai talenti del cinema del presente e del futuro presso l’Auditorium del MAXXI di Roma il giorno 22 Ottobre alle ore 15.00 si incontreranno alcuni tra i principali talenti dell’audiovisivo italiano insieme ad esponenti dell’industria e ai nuovi creativi legati a “Il protagonista”. Inoltre, in esclusiva ed anteprima mondiale, verranno proiettati alcuni contributi della campagna MPAA “I MAKE MOVIES”, nata con l’obiettivo di Mostrare agli spettatori le professionalità e le maestranze che lavorano alla realizzazione di un film. Introdurranno l’incontro il Segretario Generale ANICA Stefano Balassone e il Presidente MPA EMEA Chris Marcich. A seguire interverranno il produttore Luigi De Laurentiis, il regista Francesco Munzi e lo sceneggiatore Francesco Bruni. Porteranno inoltre la loro esperienza il compositore Paolo Buonvino, i montatori Esmeralda Calabria e Giogiò Franchini e lo scenografo Tonino Zera. L’ultimo panel sarà invece incentrato sulla creatività e il web e vedrà gli interventi di Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV, Luciana Migliavacca, Vicepresidente UNIVIDEO e il giovane creativo Pablo Cappellato, finalista de “Il Protagonista”. La masterclass si concluderà con gli interventi del Sen. Christopher J. Dodd, Presidente Motion Picture Association of America, e Riccardo Tozzi, Presidente ANICA. Modera: Marco Spagnoli - Giornalista, Responsabile artistico de Il protagonista.

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133313] FESTIVAL DI ROMA 9 - Il SNGCI assegnerà il Premio Francesco Alessi

[133313] FESTIVAL DI ROMA 9 - Il SNGCI assegnerà il Premio Francesco Alessi | Film UpdateIl Festival Internazionale del film di Roma dà il via al “Premio Francesco Alessi”, nuova iniziativa ideata dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani per valorizzare, attraverso la sigla ormai storica della loro associazione, il fotogiornalismo dedicato al cinema e la fotografia di chi lavora sul set. Il Premio è destinato al fotografo che meglio avrà dedicato e svolto il suo lavoro di cronaca proprio sul red carpet del Festival, nel corso di questa nuova edizione; tra gli altri riconoscimenti anche premi speciali, alla carriera e al miglior fotografo di scena. Promosso d’intesa con il Festival Internazionale del film di Roma, diretto da Marco Müller, il Premio del SNGCI aggiungerà al suo palmarès anche riconoscimenti per i fotografi più giovani e in particolare un premio speciale al talento più sperimentale e innovativo anche nella fotografia istantanea. Quella di quest’anno è una iniziativa che si aggiunge alle molte attività di promozione del cinema italiano sostenute dai giornalisti e che proseguirà poi in occasione dei Nastri d’Argento, e con un prossimo appuntamento, di nuovo roMano, tra un anno, nel nome di Francesco Alessi, che ha dato molto alla storia della fotografia per il set negli anni Cinquanta e all’inizio di Sessanta.

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133311] FESTIVAL DI ROMA 9 - Enrico Lucherini - Ne Ho Fatte di Tutti i Colori al cinema e su Sky Arte

[133311] FESTIVAL DI ROMA 9 - Enrico Lucherini - Ne Ho Fatte di Tutti i Colori al cinema e su Sky Arte | Film Update"Enrico Lucherini - Ne Ho Fatte di Tutti i Colori", il documentario su Enrico Lucherini scritto e diretto da Marco Spagnoli, presentato in anteprima come evento speciale alla nona edizione del Festival Internazionale del film di Roma, uscirà in tutti i cinema del circuito The Space il 28 e il 29 ottobre 2014. Inoltre, andrà in onda in esclusiva su SKY ARTE venerdi 31 ottobre 2014 alle ore 21:00.

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133310] FESTIVAL DI ROMA 9 - Non so perché ti odio

[133310] FESTIVAL DI ROMA 9 - Non so perché ti odio | Film UpdatePartendo dall’evidente e, ancora oggi estesa riprovazione verso l’omosessualità, il regista ha raccolto le testimonianze di tutte quelle persone che hanno vissuto violenze omofobe, ponendole in parallelo con le rivelazioni di chi, invece, l’ha praticata o la giustifica. Ad esempio, quelle del movimento ultraconservatore delle Sentinelle in Piedi e di Forza Nuova, o quella del Presidente di Giuristi Per la Vita Gianfranco Amato, che ha inviato una lettera ai parlamentari italiani affinché non approvassero il disegno di legge che punisce l’omofobia. Insomma, un documentario che intende indagare sulla genesi di questo problema fino ad arrivare ad episodi di cyber-bullismo. Successivamente alla proiezione del film, sono intervenuti lo stesso regista Filippo Soldi e Vittorio Lingiardi, professore ordinario di Psicologia alla Sapienza. “Ricordo che ero un bambino quando sentii alla tv la notizia della morte di Pasolini. Un’amica di mia nonna disse che avevano fatto bene ad ucciderlo perché così almeno non andava più dietro ai ragazzini. Io penso che solo un malato di mente possa dire cosa è natura e cosa va contro natura e mi chiedo come sia possibile che non sia stata ancora messa in luce questa assurdità. Quello che avete visto è un estratto, il documentario in realtà dura il doppio” ha detto Filippo Soldi. Riguardo all’odio e al come si Manifesta, il professor Lingiardi ha spiegato: “Un elemento comune è la paura, ma questo documentario va nel cuore di questa paura, e le sfumature sono tantissime. È un mondo complesso e radicato, riconducibile allo spavento verso qualcosa che viene visto come disordinato o sovversivo di un sistema a cui è più facile vivere e adattarsi. Il fatto che l’atto sessuale, nell’omosessualità, non comporti la riproduzione viene visto come qualcosa che sovverte, e che quindi spaventa. Un altro elemento è il terrore di riconoscere in se stessi un sospetto di omosessualità. Il rapporto tra genitorialità e omosessualità rappresenta il problema della sovversione, che genera un ulteriore conflitto e complicazione. Una differenza è legata ai ruoli di genere. L’uomo nella coppia viene visto come parte attiva. Quando un uomo fa uno scarto rispetto al suo ruolo, produce negli uomini una sorta di scandalo e la voglia di punire”. Filippo Soldi ha parlato poi delle riprese e delle persone che ha intervistato: “Durante le riprese, paradossalmente, mi sono stati “più simpatici” quelli di Forza Nuova perché si sono fatti subito carico del pensiero malato, rispetto agli esponenti di associazioni che dichiarano di non essere omofobi con dei sottotesti che a mio avviso sono più pericolosi. Se i ragazzi di Forza Nuova fanno la battuta e dicono cose su cui è più facile controbattere, le dichiarazioni di altre persone che dicono che loro accolgono gli omosessuali, mi fa pensare: ma chi sei tu che accogli? In questo caso l’omofobia è più latente e pericolosa”. Sul bullismo e l’utilizzo dei social network che ne stimolano la frequenza, parallelamente al discorso dell’educazione e all’eventuale responsabilità dei genitori, il regista ha spiegato: “Sicuramente c’è una responsabilità. Sui social puoi dire tutto, riManendo nell’anonimato. È più semplice. Non penso che il bullismo si possa evitare, ma possiamo sperare che una certa mentalità venga fortemente contrastata e, quindi, fare in modo che quel pensiero non vada più da quella parte”. “È importante intervenire sul contesto educativo, praticando un linguaggio che freni dei commenti offensivi. Una sorta di politically correct che freni ciò che si vede all’esterno”. Non si conoscono ancora le date di uscita del documentario ma, secondo il produttore, la versione integrale sarà presto disponibile a Roma.

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133309] FESTIVAL DI ROMA 9 - Tre Tocchi incontro con Marco Risi

[133309] FESTIVAL DI ROMA 9 - Tre Tocchi incontro con Marco Risi | Film Update“La frustrazione è dominante nel mio film, ma preferisco chiamarla dolore” – afferma Marco Risi, che spiega come mai ha scelto di mettere in evidenza proprio questo fattore – “ È una costante molto comune in tanta parte del genere uMano, soprattutto i giovani, frustrati dall’impossibilità di realizzare i propri sogni, anche i più piccoli. In questo paese è molto difficile arrivare da qualche parte. Aldilà del mestiere dell’attore, mi trovo coinvolto in situazioni assurde, a cominciare dalla fila perenne alle poste. È tutto molto precario, a cominciare dalle cose piccole che rendono tutto più frustrante. Io mi chiedo sempre come faccia un attore a non essere matto. In genere i grandi attori sono quelli più timidi. È interessante doMandarsi cosa succede quando un attore raggiunge la fama, che cosa vive dentro di sé. Cosa pensano gli attori di se stessi?”. Alla doManda sull’importanza, più o meno grande, del sacrificio, e sulla collaborazione con gli attori, il regista ha risposto: “ Il sacrificio è alla base. Se non rinunci e non fai delle scelte drastiche, è difficile raggiungere un obiettivo. Il sacrificio è fondamentale per ognuno dei sei personaggi che vogliono fare gli attori. Quando lavoro con gli attori spero che mi sorprendano, dandomi nuove chiavi di lettura. La scena del ballerino l’ho scritta più volte con Paco, proprio perché quello che avevo scritto inizialmente era solo la base, ma insieme abbiamo deciso i brani da ballare. C’è stata una grande collaborazione con gli attori. Ci sono stati tanti cambiamenti e grossa partecipazione da parte loro”. Infine, su quanto abbia influito l'essere un figlio d’arte, Risi ha commentato: “C’è stata l’influenza di mio padre e il fatto che facesse un lavoro così particolare mi ha appassionato sin da piccolo. Spesso mi chiedevo come facesse a riprendere la realtà in quel modo e tutto ciò mi affascinava. Sicuramente, rispetto ad altri miei film, in questo mi sono sentito molto più libero, in quanto l’ho prodotto. Perciò ho assaporato il gusto di dirigere, scrivere e produrre un film in totale, o quasi, libertà".

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133308] FESTIVAL DI ROMA 9 - Il Sale della Terra

[133308] FESTIVAL DI ROMA 9 - Il Sale della Terra | Film UpdateGiovedì 23 ottobre esce nelle sale il nuovo film di Wim Wenders per "ritrarre con la luce" i capolavori di Sebastião Salgado, tra i più grandi fotografi contemporanei, raccontato dal regista tedesco e dal figlio Juliano Ribeiro Salgado, nello splendido documentario "The Salt of the Earth", premiato lo scorso maggio in Un Certain Regard a Cannes e presente anche al Festival di Roma. Da quarant'anni Salgado attraversa i continenti sulle tracce di un'uManità in pieno cambiamento. Dopo aver testimoniato alcuni tra i fatti più sconvolgenti della nostra storia contemporanea - conflitti internazionali, carestie, migrazioni di massa - si lancia adesso alla scoperta di territori inesplorati e grandiosi, per incontrare la fauna e la flora selvagge in un progetto fotografico, omaggio alla bellezza del pianeta che abitiamo. Seguendo il fotografo nei suoi ultimi viaggi, e ascoltando dalla sua voce la storia dei suoi scatti più importanti, Wenders attraverso l'occhio di Salgado racconta i continenti sulle tracce di un'uManità in pieno cambiamento. "Il sale della Terra" sono gli uomini, seguiti dal fotografo in quarant'anni di carriera: alcuni tra i fatti più sconvolgenti della nostra storia immortalati nel bianco e nero inconfondibile, di rara potenza, del fotografo brasiliano. Da Other Americas, progetto sulle terre sudamericane, a Sahel, The End of the Road, da Workers a Exodus, il lavoro di Wenders e Salgado Jr. tenta di riscrivere, attraverso una nuova luce, l'interminabile cammino di Salgado: il genocidio in Rwanda, quello più recente dei Balcani, fino al monumentale Genesis, dove l'incontro ravvicinato con la fauna e la flora selvagge diventa omaggio unico alla bellezza unica e irripetibile del pianeta che abitiamo, unitamente al grandioso progetto portato avanti insieme alla moglie e al figlio, atto al rimboschimento di quella che un tempo era la loro tenuta in Brasile e adesso è un parco nazionale. Come una sorta di risarcimento dopo tutta la disperazione di cui è stato testimone, della brutalità dell’essere uMano nel quale rischiava di non riconoscersi più : "Non ha soltanto consacrato Genesis alla natura, dice il regista, ma è proprio la natura ad avergli permesso di non perdere la sua fede nell'uomo". La produzione vede impegnato anche un produttore italiano, Andrea Gambetta, della Solares Fondazione delle Arti che ci racconta così la su avventura: "Ho il piacere di conoscere e lavorare con Wim Wenders dal 1997, nell'ambito della produzione espositiva delle sue immagini fotografiche. Con Sebastiao Salgado invece collaboro dal 2001 e la profonda amicizia e la comunione di valori che mi lega a questo testimone del nostro tempo, mi ha portato ad unire, in questo progetto, due talenti contemporanei, per raccontare - insieme a Juliano - una profonda riflessione sull'essere uMano (nel bene o nel male) e sul pianeta in pericolo. Farli incontrare, per lavorare insieme, è stata un'esperienza straordinaria che mi ha arricchito, nella realizzazione di un documentario pieno di emozioni e di valori."

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133307] FESTIVAL DI ROMA 9 - Si chiude la nona edizione del Mercato Internazionale del Film

[133307] FESTIVAL DI ROMA 9 - Si chiude la nona edizione del Mercato Internazionale del Film | Film UpdateSi chiude oggi la nona edizione del Mercato Internazionale del film, lo spazio che il Festival Internazionale del film di Roma dedica ai professionisti dell’industria cinematografica. 811 accreditati, tra cui 295 compratori, 104 world sales agents e 246 produttori provenienti da 52 Paesi diversi, hanno fatto dell’Hotel Bernini Bristol e di via Veneto la “casa” dell’industria cinematografica italiana e internazionale. La nona edizione di The Business Street (TBS) ha come International Consultant Massimo Saidel, è coordinata da Francesca Palleschi con la collaborazione di Markus Duffner; New Cinema Network (NCN) è coordinata da Alexia De Vito con la collaborazione di Annalisa Donnarumma e Camilla Donghi. Per l’edizione 2014 si è riscontrato un aumento del 30% dei partecipanti internazionali (dai 394 del 2013 ai 513 del 2014), con il 35% in più di buyer (dai 218 del 2013 ai 295 del 2014) e il 14% in più di World Sales (dai 91 del 2013 ai 104 del 2014), raggiungendo così un eccellente equilibrio tra doManda e offerta. Sono state 100 le proiezioni di film in sala riservate ai soli operatori del settore, mentre 120 i film che è stato possibile visionare attraverso il sistema personalizzato on deMand di Video Library digitale, realizzato grazie al supporto di RAI Com. Con The Business Street si è riportato in Italia un appuntamento di Mercato in grado di attrarre gli operatori internazionali e di inserirsi nel circuito virtuoso di eventi che da Berlino a Cannes scandiscono i ritmi della produzione e distribuzione cinematografica. Con la sua struttura leggera e l’atmosfera informale, TBS ha saputo offrire una valida alternativa alle fiere tradizionali, conferMandosi un consolidato ed efficace appuntamento, una valida piattaforma per tutti quegli operatori del settore che qui trovano una qualificata e seria presenza di interlocutori. Non a caso, il Mercato Internazionale del film di Roma è tra le poche iniziative italiane finanziate - dal 2008 - dallo schema ‘Access to Market’ di Europa Creativa. Grazie al supporto operativo di ICE-Agenzia, che sin dalla prima edizione ha creduto nel potenziale dell’iniziativa, il Mercato ha inoltre rappresentato una vetrina d’eccezione per la circolazione del cinema italiano all’estero e uno strumento efficace per incoraggiare la cooperazione internazionale sui progetti in produzione. Il Mercato 2014 ha consolidato l’iniziativa Remake.it inaugurata lo scorso anno, attraverso la quale ha presentato ai produttori e compratori storie dal forte appeal, in grado di comunicare globalmente con il pubblico di tutto il mondo. I 29 film selezionati sono stati presentati in una sezione speciale della Video Library di The Business Street. Dopo la fruttuosa esperienza del China Day realizzato nella passata edizione, è continuato il dialogo con l’industria cinese. In collaborazione con ANICA, ente attuatore del progetto di promozione del 'Made in Italy’ del Ministero dello Sviluppo Economico, insieme a The Business Street e ICE – Agenzia, per il MiSE in accordo con il MiBACT, il CHINA DAY ha concluso anche quest'anno un percorso costante di avvicinamento tra le due cinematografie, pensato come scambio di contenuti, di imprenditorialità aziendale, di coproduzioni per tutto il mercato audiovisivo, che vede in Cina un'impressionante accelerazione sia in chiave di box office domestico che di internazionalizzazione. A questa doManda cinese di apertura verso i mercati europei, l'industria italiana ha risposto presentando i suoi progetti di coproduzione in due giornate, terminate con il Forum Italo-Cinese organizzato in collaborazione con la Fondazione Italia Cina e dedicato al tema di fondo del CHINA DAY. Tra le novità della nona edizione anche la partnership con Ass.For.SEO per la prima edizione di “Italian film Boutique - Roma Lazio Cinema Days For International Buyers”, un’iniziativa finanziata dalla Regione Lazio – Assessorato alla formazione, Università Scuola e Ricerca, in collaborazione con Roma Lazio film Commission. IFB è nata con l’intento di esportare e sostenere “the italian touch” rinnovando e radicando la presenza dei film italiani nei principali mercati mondiali e nello scenario di settore, con un nuovo appeal di offerta internazionale. Una delegazione di 20 operatori internazionali - buyer, distributori, direttori di rete e venditori internazionali - è stata ospitata da IFB per scoprire il nuovo cinema italiano. È stata offerta loro la visione di una selezione di 20 titoli scelti all’interno della più recente produzione cinematografica di lungometraggi prodotti, girati o venduti da operatori della Regione Lazio. Per rispondere all’esigenza di produttori e distributori di ampliare la propria conoscenza dei più recenti modelli economici e cercare nuove possibilità di cooperazione internazionale, The Business Street ha voluto rivolgere particolare attenzione alla cinematografia e all’industria dell’Argentina e del Brasile, Paesi ospiti del Focus Industry Argentina – Brasile che ha portato a Roma una prestigiosa delegazione di autori, produttori, distributori e rappresentanti istituzionali delle due nazioni. Preziosissima occasione di networking, questo incontro ‘trilaterale’ Argentina/Italia/Brasile ha dato spazio ad un confronto sulle nuove opportunità di cooperazione artistica e commerciale tra l’industria audiovisiva italiana e le due sudamericane. NEW CINEMA NETWORK Anche nella nona edizione, New Cinema Network (NCN), Workshop Internazionale di Progetti del Festival Internazionale del film di Roma coordinato da Alexia De Vito, ha diMostrato di essere una piattaforma di mercato efficiente e agile dove il selezionato parterre di progetti e produttori internazionali riesce a trovare concrete opportunità di sviluppo e finanziamento. Nella nona edizione, NCN ha contato oltre 150 professionisti del settore provenienti da 37 paesi e ha organizzato più di 1000 meetings in tre giorni per i suoi 27 progetti selezionati. Per New Cinema Network, la nona edizione è stata inoltre occasione per rinnovare e consolidare la collaborazione con i suoi più solidi e importanti partner in vista delle future edizioni tra cui Sundance Institute, Cinéfondation Atelier e Residence di Cannes, film London, i cui rappresentanti hanno tutti attivamente partecipato a NCN. Novità di questa edizione NCN è stata LE GRANDI BELLEZZE. Fortemente voluta e sostenuta dal direttore Marco Müller, “Le Grandi Bellezze” è una vetrina dedicata a quei progetti cinematografici che promuovono l’Italia come partner d’eccellenza, rafforzando la centralità e il valore del nostro Paese sia come territorio ideale per l’ambientazione di tali progetti sia come supporto produttivo e finanziario. “Le Grandi Bellezze” ha raccolto otto progetti da sei Paesi: Brasile, Cina, Egitto, Italia, Lussemburgo, Stati Uniti. Ospite d’eccezione è stato Joe Dante con il suo nuovo progetto Ombra Amore (Stati Uniti) che, con la sua consueta dose di humour, cinefilia e amore per l’horror, ha portato una storia d’amore tra un vampiro e un licantropo in una Roma sotterranea popolata da strane creature. Per il sesto anno consecutivo, riconoscendo New Cinema Network come uno dei tre più importanti ed efficaci mercati di co-produzione europei e conferMando il premio anche per le future edizioni, Eurimages - il Fondo Europeo del Consiglio d’Europa - ha affidato alla Giuria di NCN 2014, composta da Marie-Pierre Duhamel, Sandra Hebron e Elena Kotova il compito di assegnare l’Eurimages Co-production Development Award: un premio in denaro di 30.000 euro destinato allo sviluppo del miglior progetto presentato a NCN che risponda ai criteri di collaborazione e co-produzione che ispirano Eurimages. La Giuria ha assegnato L’Eurimages Co-Production Development Award, a “9 Fingers” di F.J. Ossang prodotto da Catherine Dussart, con la seguente motivazione: “un progetto che combina in Maniera decisamente originale qualità filosofica e narrativa”. Inoltre è stata assegnata una menzione speciale a due progetti: “1313 – Dante’s Emperor” di Bady Minck, prodotto da Alexander Dumreicher-Ivancenau e “Menocchio” di Alberto Fasulo prodotto da Nadia Trevisan. Tra le novità più rilevanti dell’edizione 2014, la Menzione Speciale dell’UNICEF Italia in occasione del 25° della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Il Comitato Italiano per l’UNICEF ha assegnato la Menzione Speciale a White Shadows di Fabio Mollo per aver trattato una storia di abusi e violazione dei diritti dell’infanzia con efficacia e delicatezza. Ad Andrea Paris di Ascent film è stato invece assegnato il Cubix Award come miglior produttore europeo emergente, un premio in denaro di 5.000 euro, stanziato dalla società Cubix International per sostenere una produzione di qualità nella delicata fase dello sviluppo del progetto. Anche quest’anno l’attività svolta da ICE-Agenzia in occasione del Festival Internazionale del film di Roma è stata intensa. Grazie al lavoro svolto dalla rete dei propri uffici all’estero, è stato possibile portare a The Business Street e New Cinema Network, una cinquantina tra i più importanti operatori internazionali. Ugualmente significativi sono stati i momenti di incontro, organizzati sempre da ICE-Agenzia in collaborazione con Anica e Fondazione Cinema per Roma, con il focus su Argentina, Brasile e Cina. Sono proprio questi infatti i mercati sui quali si orienterà sempre di più l’azione promozionale di ICE-Agenzia per l’avvio di attività di co-produzione e distribuzione diretta dei prodotti filmici nazionali. L’America Latina, in particolare, ha già visto una prima sperimentazione di questa formula di distribuzione con l’uscita, avvenuta lo scorso settembre in numerose sale di Buenos Aires e di altre città argentine, della versione Director’s Cut di “Nuovo Cinema Paradiso”. Lo stesso schema operativo verrà esteso da ICE-Agenzia ed Anica anche ad altri paesi dell’area, primo tra tutti il Brasile. Questo tipo di intervento vuole essere innovativo rispetto al passato e si inserisce con puntualità anche nell’ambito delle attività previste per l’anno dell’Italia in America Latina che verrà celebrato nel 2015 e che vedrà il suo momento più significativo nelle partecipazione dell’Italia come Pease Ospite d’Onore al Festival Internazionale del Cinema di Guadalajara in Messico. Di grande rilevanza e significato sono stati anche i contatti che si sono avviati con veri e propri colossi dell’industria cinematografica cinese in occasione del China Day, organizzato da ICE-Agenzia in collaborazione con Anica. All’apertura di questo evento ha preso parte il Presidente di ICE-Agenzia Riccardo Monti che ha preannunciato l’apertura di vere e proprie antenne dell’audiovisivo presso gli uffici ICE Agenzia in Cina con l’obbiettivo di rafforzare e accelerare il percorso costante di avvicinamento tra le cinematografie dei due paesi. I NUMERI DEL MERCATO INTERNAZIONALE DEL film THE BUSINESS STREET 811 accreditati 295 compratori 104 venditori esteri 246 produttori provenienti da 52 paesi 100 proiezioni 120 titoli in videolibrary NEW CINEMA NETWORK 27 progetti selezionati di cui 7 progetti italiani oltre 150 professionisti del settore provenienti da 37 paesi 30 registi - provenienti da 18 paesi oltre 1000 meetings

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133304] I vincitori del Festival delle Terre XI edizione

[133304] I vincitori del Festival delle Terre XI edizione | Film UpdateE’ "9.70 el documental" di Victoria Solano il film vincitore della undicesima edizione del Festival delle Terre, la giuria all’unaminità esprime la seguente motivazione: "per aver portato all’attenzione del pubblico il processo di privatizzazione dei semi che viola la sovranità alimentare nazionale e la concezione dell’uso dei semi come diritto collettivo. il documentario racconta in modo diretto ed efficace problemi complessi". La giuria assegna due menzioni speciali, una a "Destination de dieu" di Andrea Gadaleta per aver raccontato la reale condizione degli immigrati africani in Italia, la loro percezione degli italiani e la loro incapacità di solidarizzare con loro. La seconda menzione speciale va a "Mix Up" di Alessandro Gordano che racconta la vita di 4 immigrate partendo dal loro cibo per poi passare alle indicibili sofferenze che hanno patito prima di arrivare in Italia. ll Premio Crocevia che va a "The Land Between" di David Fedele con la seguente motivazione: "per aver portato all’attenzione del pubblico una realtà drammatica e semisconosciuta, dando voce e dignità a chi troppo spesso è considerato un pericolo da respingere piuttosto che un essere uMano da rispettare ed accogliere".

Fonte » www.cinemaitaliano.info - 22/10/2014 00:09


[133291] Festival di Roma 2014: Video commento di Tre Tocchi e Tusk

Festival di Roma 2014: Video commento di Tre Tocchi e Tusk Nel sesto giorno della nona edizione Festival Internazionale del film di Roma è stato presentato nella sezione Gala i Tre Tocchi l?ultimo film di Marco Risi. Nel film si intrecciano sei storie. Storie di attori, o meglio, storie di uomini, con tutte le loro passioni e frustrazioni, gioie e delusioni, successi e fallimenti. Vite profondamente ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133290] Festival di Roma 2014: Tre Tocchi recensione

Festival di Roma 2014: Tre Tocchi recensione Marco Risi, dopo aver affrontato i più disparati territori cinematografici torna ad esplorare la commedia- dopo le sue incursioni in salsa pulp negli anni ’90, ricordiamo L’ultimo Capodanno- realizzando l’equilibrato Tre Tocchi. Il titolo fa riferimento al gergo calcistico, lo sport che accomuna i sei protagonisti della pellicola. L’altro fil rouge che li unisce e la recitazione: tutti cercando di ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133289] Festival di Roma 2014, foto: Guillaume Canet e Spandau Ballet

Festival di Roma 2014, foto: Guillaume Canet e Spandau Ballet La quinta giornata di Festival di Roma 2014 ci ha regalato un tappeto rosso che ci ha riportati negli anni ’80, con gli Spandau Ballet, passando per la Francia di Guillaume Canet, attore (e regista) amatissimo all’Auditorium. Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133287] Guardiani della Galassia: Rocket in Italia per la première al Festival di Roma 2014

Guardiani della Galassia: Rocket in Italia per la première al Festival di Roma 2014 Il nuovo film Marvel Guardiani della Galassia verrà presentato oggi in anteprima nazionale fuori concorso ad Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del film di Roma. Il film arriverà nelle sale italiane doMani 22 ottobre, anche in 3D. Dopo il grande successo delle franchise Marvel The Avengers, Iron Man, Thor, ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133286] Festival di Roma 2014: Tre Tocchi la conferenza stampa

Festival di Roma 2014: Tre Tocchi la conferenza stampa La conferenza stampa del film Tre Tocchi è ruotata principalmente intorno all’idea del film e all’effetto meta- cinematografico che Marco Risi sfrutta per parlare della macchina cinematografica attraverso l’occhio del cinema stesso. Il film nasce come una riflessione sugli attori, per gli attori e interpretata da attori- ovviamente- che si calano in ruoli che non si discostano ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133285] Guardiani della Galassia: red carpet galattico al Festival di Roma 2014

Guardiani della Galassia: red carpet galattico al Festival di Roma 2014 Grandi e piccoli fan si sono dati appuntamento questo pomeriggio sul red carpet di Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del film di Roma, per l?anteprima italiana del nuovo film Marvel Guardiani della Galassia. Numerosi volti noti del mondo dello spettacolo, del fumetto e del web hanno sfilato sulle note ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133284] Festival di Roma 2014: chiude il mercato dei film con un +35%

Festival di Roma 2014: chiude il mercato dei film con un +35% Si chiude oggi la nona edizione del Mercato Internazionale del film, lo spazio che il Festival Internazionale del film di Roma dedica ai professionisti dell?industria cinematografica. 811 accreditati, tra cui 295 compratori, 104 world sales agents e 246 produttori provenienti da 52 Paesi diversi, hanno fatto dell?Hotel Bernini Bristol e di via Veneto la ?casa? ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133283] Festival di Roma 2014: Tusk recensione del film di Kevin Smith

Festival di Roma 2014: Tusk recensione del film di Kevin Smith Al Festival di Roma 2014 arriva anche Tusk, ultima creatura di Kevin Smith. Wallace, un giornalista radiofonico rampante, si reca in Canada per intervistare Kill Bill Kid, un giovane demente che si è tagliato una gamba giocando con una spada. Ma una volta arrivato, scopre che il ragazzo si è suicidato il giorno precedente. Per ... Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.cinefilos.it - 22/10/2014 00:09


[133264] Festival di Roma: oggi il giorno degli Spandau Ballet di Gone Girl di David Fincher. Tutto il programma del 20 ottobre

Il Festival Internazionale del film di Roma rende omaggio a uno dei gruppi simbolo degli anni Ottanta ospitando oggi, lunedì 20 ottobre alle ore presso la Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Mus...

Fonte » www.rssnews.it - 21/10/2014 00:12


[133263] Festival di Roma 2014: #ScrivimiAncora intervista al regista Christian Ditter

Festival di Roma 2014: #ScrivimiAncora intervista al regista Christian Ditter In occasione della presentazione al Festival del film di Roma di #ScrivimiAncora con Lily Collins e Sam Claflin abbiamo avuto l?occasione di parlare con il giovanissimo regista Christian Ditter che ci ha raccontato cosa lo ha spinto a scegliere questo progetto: ?E? una storia che mi ha intrigato dalla prima lettura! Questa sceneggiatura mi ha fatto ridere molto ma anche commuovere e ho sempre voluto girare un film dove si ride e si piange ma i personaggi sembrano reali. E devo dire che siamo riusciti in questo intento, perché quando io lavoro voglio fare cose che andrei io in prima persona a vedere al cinema. Leggo tanto materiale e proposte ma deve essere qualcosa che mi faccia venire la voglia di uscire di casa, chiamare una baby sitter e pagare il biglietto del cinema il primo weekend (in questo caso il 30 ottobre) e se è così allora decido di girarlo.? ?La grande sfida nell?adattare il libro al film è stata nel fatto che nel libro i tempi sono molto più lunghi e i personaggi arrivano fino ai 60 anni di età ma io ho voluto evitare un ulteriore casting per cercare attori che li interpretassero in età adulta e quindi abbiamo dovuto comprimere gli eventi in un lasso più breve ma cmq accettabile, compressa ma non affrettata.?Racconta Ditter sulle differenze tra la storia su pellicola è quella su carta nata dalla penna di Cecilia Ahern,?Quando sono stato coinvolto esisteva già un ottimo copione in cui la sceneggiatrice aveva fatto delle scelte molto intelligenti anche se poi in termini temporali era ancora troppo lungo e il finale diverso. Il mio approccio è stato quello di cercare di riempire spazi tra lettere, sms e mail e in questo il roManzo si è prestato molto. Ci si è potuti concentrare su cosa era successo prima di una lettera o sms e ho cercato di rapportare il tutto alla mia vita, per evitare di cadere in cliché. Ho quindi affrontato e cercato di parlare di cose che io solo sapevo perché magari sono successe a me e anche sul set ho cercato di stimolare Lily e Sam, chiedendo ?Come avete reagito quando nella vostra vita è successo qualcosa del genere?Cosa è accaduto? Come è andato avanti?? E questo ci ha aiutato tantissimo perché è stato fondamentale che ci fosse il collegamento con la vita vera.? Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.rssnews.it - 21/10/2014 00:12


[133262] Festival di Roma 2014: Time Out of Mind recensione del film con Richard Gere

Festival di Roma 2014: Time Out of Mind recensione del film con Richard Gere Richard Gere ha presentato al Festival di Roma 2014 Time Out of Mind, film interpretato e prodotto dal divo hollywoodiano che per l?occasione ha vestito i panni di un senzatetto. Il suo personaggio si chiama George, non ha una casa né un lavoro e cerca in tutti i modi di ricostruire un rapporto con sua figlia, unica componente di una famiglia in frantumi. Seguendo George per le strade di New York, scopriamo con lui e attraverso i suoi occhi un mondo di sommersi, di sconfitti, di persone abbandonate a se stesse e alle proprie paure. La scelta del regista Oren MoverMan è quella di raccontare una storia nei panni di un osservatore lontano, che, attraverso vetri, finestre, osserva incuriosito ma anche un po? spaventato quello che accade a quest?uomo e a quelli come lui che hanno perso tutto. Il principale pregio del film è proprio lo stile da osservatore che adotta MoverMan, insieme all?utilizzo del suono, quello della città. Non c?è spazio per colonne sonore artefatte, né per commenti irreali, ma solo la volontà di far sentire una città che vive indifferente intorno a persone che si trascinano da un rifugio all?altro. Time Out of Mind è anche un?indagine sulla condizione degli homeless nella City, una condizione sempre più invisibile agli occhi dei cittadini ?normali? e sempre più difficile da sostenere per chi cerca di arginarla. Richard Gere offre una perforMance interessante, molto misurata, raccontandoci un uomo che in realtà non dice molto di sé, ma che prova tutta la difficoltà non tanto nella condizione stessa ma nell?ammettere la problematicità e l?esistenza stessa di una tale situazione. Al 50% accomunabile ad un documentario,Time Out of Mind è un film che Mostra la realtà invisibile di una città piena di contraddizioni che troppo spesso viene idealizzata per il suo fascino ma quasi mai viene messa sotto una lente d?ingrandimento per scovarne le ferite. Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.rssnews.it - 21/10/2014 00:12


[133255] Festival di Roma 2014: #ScrivimiAncora Sam Claflin e Lily Collins ?In questo film ci siamo messi a nudo?

Festival di Roma 2014: #ScrivimiAncora Sam Claflin e Lily Collins ?In questo film ci siamo messi a nudo? Dopo il bagno di folla di ieri al Festival di Roma 2014, Sam Claflin e Lily Collins si concedono a qualche intervista per presentare il film #ScrivimiAncora per la regia di Christian Ditter. Entrambi protagonisti di film urban fantasy, Hunger Games per lui, Shadowhunters (e includiamo anche la sua versione tosta di Biancaneve al fianco di Armie Hammer e Julia Roberts) per lei, in quale genere preferiscono recitare? Risponde per prima Lily Collins: ?Ho imparato molto di me stessa in questa esperienza,da questo tipo di film. Non posso dire di non aver imparato nulla con i film fantasy, ho imparato a lottare,a fare stunt e tante altre cose a cui mai avrei pensato ma lì erano produzioni in scala più ampia. Ad esempio dovevi passare da dieci persone diverse prima di ricevere una risposta. Invece con Scrivimi Ancora ho davvero lasciato me stessa sullo schermo. La troupe era piccola,il set più raccolto e ho imparato davvero tante tante cose di me stessa durante la lavorazione.? risponde pacata e con un sorriso molto dolce. È stata un esperienza fantastica e meravigliosa, molto diversa e anche rara rispetto ai block-buster fatti in precedenza e adesso sarà un po? difficile pensare di ritornare su grande scala. L?ideale sarebbe trovare il giusto equilibrio fra entrambe, ma la cosa bella di questa esperienza è che mi sono sentita così soddisfatta e appagata di quello che ho fatto e ho messo in questo film. E tra l?altro è una sensazione strana, ovvero un progetto così piccolo io l?ho sentito molto personale e pensare che adesso andrà in giro per il mondo e diventerà grande e la storia sarà diffusa, è come se fosse stata condivisa una mia storia personale. Da una parte questo mi fa sentire molto vulnerabile dall?altra è una sensazione molto particolare.? Concorda con lei Sam Claflin, che in questi mesi affollerà le sale cinematografiche tra questo film, Posh uscito a settembre e l?attesissimo ultimo capitolo (prima parte) di Hunger Games ? Il Canto della Rivolta: ?Questo è il primo film dove mi sono sentito davvero a nudo senza effettivamente esserlo. Dove mi sono sentito molto vulnerabile e aperto ma ovviamente è stata un esperienza bellissima e non mi dispiacerebbe affatto continuare ad esplorare questo genere di film. Questa storia è così piccola e intima in modo nuovo in un certo senso, anche in termini di dimensioni di produzione. Ma non mi dispiacerebbe tornare a nascondere in personaggi più distanti da me, se magari arrivasse qualcosa di epico,magari un epopea in costume o ancora fantasy perché no: sarebbe bello avere un equilibrio di tutte queste cose. A me fondamentalmente piace lavorare, quindi qualsiasi cosa venga sotto qualsiasi forma arrivi, mi piace. A me piacciono le sfide, mi piacciono le belle idee quindi cinema, televisione, teatro qualsiasi cosa che mi consenta di esprimermi.? Cinefilos.it - Da chi il cinema lo ama.

Fonte » www.rssnews.it - 21/10/2014 00:12


< Indietro Inizio ... 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ... 144 Fine Avanti >

Cerca

Più visti della settimana

  1. [134317] Bake Off Italia 2, puntata 24 ottobre 2014: fuori Maria Chiara
  2. [134327] Il Segreto prima serata: anticipazioni puntata 24 ottobre 2014
  3. [134467] U2 Rattle & Hum lunedì 27 ottobre a Odeon Firenze
  4. [134508] Serie tv, novità: Lauren Graham in The Odd Couple, Peter Jacobson in Colony
  5. [135616] Cortinametraggio 2015: il bando di concorso
  6. [134643] The Knick 2, Cinemax rinnova la serie per la seconda stagione
  7. [134838] Cinema: Nuovo trailer internazionale per La Teoria del Tutto [134838] Cinema: Nuovo trailer internazionale per La Teoria del Tutto
  8. [134829] Box-Office Italia: Guardiani della Galassia apre con 272mila euro ... - Bad Taste [134829] Box-Office Italia: Guardiani della Galassia apre con 272mila euro ... - Bad Taste
  9. [134837] Giochi e Multimedia: ESPer Force 5012: il ritorno di Cielo Cremisi [134837] Giochi e Multimedia: ESPer Force 5012: il ritorno di Cielo Cremisi
  10. [134498] Tu si que vales puntata 25 ottobre 2014 diretta: Raffo Art

TAGS

» Vedi tutti i TAGS di Film Update

Cerca per giorno

 

Fonti

» Vedi tutte le fonti di Film Update

Condividi